[GUIDA DEFINITIVA AL BONUS CASA] – Il Proprietario di Casa Informato ti insegna come risparmiare sulla Ristrutturazione.

Caro lettore,
 
Mettiti comodo… perché sto per sviscerare TUTTI i modi che il Proprietario di Casa Informato utilizza per risparmiare sulla sua Ristrutturazione.

Ti prometto che alla fine di questo articolo saprai padroneggiare così bene il Bonus Casa, da risparmiare più di quello che spendi.
 
Ma penso che prima tu sia curioso di sapere… 

Chi è questo Proprietario di Casa Informato?

Ti svelo subito non esiste. O meglio… non ancora.
 
Ed in particolare tutti quelli che leggeranno il mio articolo fino alla fine (compreso tu) potranno diventarlo.
 
Imparando come tenersi in tasca ben 31.000€ in una Ristrutturazione da 50.000€. Che male non fanno giusto? 
 
Ed ecco che allora arriviamo alla seconda domanda…

Come si può pagare 19.000€ una Ristrutturazione che ne costerebbe 50.000€?

Lo vedremo tra poco con un esempio pratico. In modo che anche tu capisca come agire per la tua casa. E farti trovare preparato.

Ma come se non bastasse, per assicurarmi che NESSUNO abbia più dubbi, ti regalerò una Checklist – che generalmente riserviamo ai nostri clienti – per verificare a quali bonus potrai accedere (ed in che cifre).
 
In questo modo sarai sicuro di non buttare i tuoi soldi. E capirai in anticipo quanti soldi andrai a spendere.
 
Adesso… con il tuo consenso… Inizierei il nostro magico viaggio, incontrando e padroneggiando  I Tre Strumenti D’Oro che renderanno tutto questo possibile.

Primo Strumento d'Oro - Il Bonus Ristrutturazione 50%.

Nonostante sia il miglior strumento che hai per risparmiare… sicuramente non è l’unico.
 
Questo infatti si ottiene quasi per diritto e NON necessita di particolari procedure.
 
Praticamente tutte le imprese edili lo conoscono e si vantano di fartelo avere.  Anche se presto capirai che si tratta SOLO della punta dell’Iceberg.
 
Ma andiamo a vedere nel dettaglio la sua carta d’identità…

BONUS 50% sulla Ristrutturazione

Ecco come si usa

In cosa consiste?

Viene rimborsato il 50% di quello che hai speso per tua ristrutturazione, in 10 rate annuali.

Chi ne ha diritto?

Qualunque proprietario di casa che intende ristrutturare la propria abitazione. In caso di multiproprietà, il bonus è spartito tra tutti i proprietari dell’immobile e con una spesa massima consentita di 90.000€.

A cosa devo fare attenzione?

I pagamenti effettuati devono essere tracciabili e (ovviamente) fatti a seguito di regolare fattura. L’unico mezzo di pagamento valido è il Bonifico Bancario per Agevolazioni Fiscali. Il mio consiglio è di chiedere al tuo consulente bancario come procedere.

Mi fai un esempio pratico?

Certo. Mettiamo il caso che io sia il Proprietario di Casa Informato e che il preventivo della mia Ristrutturazione sia di 30.000€. Cosa pagherei subito? Sempre 30.000€. Ma ogni anno mi verranno rimborsati 1.500€ per 10 anni di seguito. In tutto quindi recupererei 15.000€ – ovvero il “famoso” 50% che dà il nome al Bonus.

Questo bonus probabilmente ti era già noto. Sicuramente sapevi di potervi accedere.
 
Ma fai attenzione.
 
Infatti, il mio consiglio è di verificare comunque che l’impresa che sceglierai per la tua Ristrutturazione sia in regola. 

Perché devo controllare? Se l'impresa non fosse in regola cosa succederebbe? Come posso controllare?

Capisco i tuoi dubbi. E ti fornirò una risposta semplice ed esaustiva. 
 
Infatti, più volte ho sentito di casi “spiacevoli” in cui il bonus alla fine non è stato accreditato per irregolarità nei lavori.
 
Fortunatamente, come Proprietario di Casa Informato, hai tre strumenti per controllare la regolarità di un’impresa: 
👉 il Durc (Documento Unico di Regolarità Contributiva) VALIDO 
👉 La Visura Camerale
👉 l’Assicurazione su dipendenti e danni a terzi.
 
In mancanza di questi documenti, saresti addirittura autorizzato a NON pagare l’impresa!!
 
ORSA è solita fornire il Durc, la Visura Camerale e copia dell’Assicurazione ai propri clienti. Chiedi alla tua impresa di farti avere la stessa documentazione.
 
Ma passiamo adesso al prossimo – e più recente…

Secondo Strumento d'Oro - Il Nuovo Ecobonus 110%

Ti starai chiedendo…

Come mai - se risparmio di più - lo metti al secondo posto?

Perché il Proprietario di Casa Informato sa che vale solo per alcune lavorazioni che raramente vengono svolte.

Ah.. ma quindi non mi pagano per Ristrutturare casa mia?

La risposta è Ni. Nel senso… sulle lavorazioni comprese recupererai effettivamente il 110%. Ma NON sul totale complessivo della tua Ristrutturazione.
 
In ogni caso un Bonus non esclude l’altro. Quindi usandolo insieme al Bonus 50% potremmo recuperare una buona fetta di portafoglio.
 
Andiamo adesso a vedere la scheda tecnica di questo secondo Bonus e come usarlo a tuo vantaggio continuando il nostro esempio.

ECOBONUS 110% sulla Ristrutturazione

Ecco come si usa

In cosa consiste?

Viene rimborsato il 110% (si, hai capito bene, più di quanto hai speso) dell’importo delle lavorazioni effettuate.

Il rimborso avviene in 5 quote annuali di pari importo. Le operazioni che ne consentono l’accesso sono:

👉 Isolamento termico per almeno un quarto della superficie (il cosiddetto cappotto termico) con un limite di 60.000€ moltiplicato per le unità abitative presenti (se ho due appartamenti, posso scaricare fino a un limite di spesa di 120.000€ e così via).
👉 La sostituzione della caldaia con impianti centralizzati, per un ammontare delle spese non superiore ai 30.000€, comprese le spese per lo smaltimento e la bonifica dell’impianto sostituito.

Chi ne ha diritto?

I condomini, gli Istituti delle case popolari e, nel caso di lavori eseguiti sui singoli appartamenti, le persone fisiche fuori dall’esercizio di attività di impresa.

A cosa devo fare attenzione?

Tutti i lavori devono assicurare il miglioramento di almeno due classi energetiche dell’edificio. Qualora non fosse possibile, si deve dimostrare tramite il raggiungimento della classe più alta con l’APE (attestato di prestazione energetica). Solo in questo caso si ha diritto a una detrazione 110% per la ristrutturazione.

👉 Oltre alla tracciabilità dei pagamenti è richiesta la pratica ENEA per l’accesso al Bonus. Tutti i preventivi di ORSA sono comprensivi di tale costo.

Mi fai un esempio pratico?

Certo. Continuiamo l’esempio di prima. Preventivo solito di 30.000€. Decido di sostituire anche la mia caldaia (riscaldamento centralizzato) con un impianto a condensazione (Spesa di 10.000€). Quanto devo pagare? Subito pagherei 40.000€. Ma in 5 anni recupererò 11.000€, mentre in 10 anni i restanti 15.000€ (dal Bonus 50 di prima) per un totale rimborso di 26.000€ e una spesa attuale di soli 14.000€.

 
Questo bonus non è sempre sfruttabile, ma come hai visto ci permette di spalmare il rimborso anche sulle altre lavorazioni – diventando un cremoso cuscinetto di risparmio.
 
Infatti, come dimostra il calcolo, siamo andati a migliorare gratuitamente il livello energetico della nostra abitazione e abbiamo anche risparmiato altri 1000€ sull’importo iniziale. 
 
…Quindi sei sicuro di non utilizzarlo?
 
Passiamo adesso al terzo. Quello che troppo spesso non vedo usare ma che ribalta la situazione.

Il terzo Strumento d'Oro - il meno sfruttato ma "forse" il più conveniente.

Bene o male,  i primi due li conoscono tutti e sicuramente ne avrai sentito parlare. Ma c’è un terzo Strumento che troppo spesso viene dimenticato. 
 
Ed è anche il più facile e utile da ottenere. 
 
Mi spiego meglio…
 
Si tratta del bonus mobili.

Esatto... hai capito bene... oltre alla Ristrutturazione puoi anche risparmiare sull'acquisto dei tuoi nuovi mobili. In particolare il 50%.

Di solito non viene menzionato perché le altre imprese non hanno interesse a fartelo sapere, ma proprio per questo ritengo che sia giusto diffonderlo il più possibile.
 
Vediamo subito la carta d’identità del bonus Mobili.

Bonus Mobili abbinato al Bonus 50%

Ecco come si usa

In cosa consiste?

Viene rimborsato il 50% di quanto hai speso per l’acquisto dei mobili ed elettrodomestici di classe A (solo forni) , A+ e superiori.  Il tetto massimo di spesa  è di 10.000€ – rimborso di 5.000€

Chi ne ha diritto?

Il Bonus è collegato al bonus Ristrutturazione. Quindi ne ha diritto chi ha percepito il bonus 50%.

A cosa devo fare attenzione?

👉 È necessario accedere al Bonus 50% PRIMA dell’acquisto degli elettrodomestici.
👉 Per l’acquisto di elettrodomestici  è obbligatorio inviare una comunicazione all’Enea (Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile) contenente i dati di chi ha effettuato la spesa, dell’immobile in cui viene inserito l’elettrodomestico e i dati relativi alla potenza assorbita e alla classe energetica di quest’ultimo. La comunicazione a Enea è quindi obbligatoria per l’acquisto di forni, frigoriferi, lavastoviglie, piani cottura elettrici, lavasciuga e lavatrici.
👉 Ricorda che l’invio va fatto entro 90 giorni dall’installazione dell’elettrodomestico e bisogna conservare la ricevuta di invio insieme alla documentazione utile per la detrazione.

Mi fai un esempio pratico?

Certo. Finiamo il nostro esempio di prima.  Siamo rimasti ad preventivo di 40.000€. Con un rimborso di 26.000€ e una spesa attuale di soli 14.000€. Mettiamo caso che per la nuova cucina, decido di spendere 10.000€. A questo punto, recupererò altri 500€ all’anno per 5 anni. Arrivando così ad un preventivo di 50.000€, una spesa di 19.000€ e un risparmio di 31.000€.

In conclusione... quanto ci sarebbe costato Ristrutturare Casa?

In questo articolo spero di averti chiarito come funzionano i Bonus e di averti mostrato – con un esempio pratico – come risparmiare ben 31.000€ sia facile, se anche tu sei un Proprietario di Casa Informato.
 
Per essere davvero completi… devo rispondere ancora ad una tua domanda. Ovvero…

Ma questi soldi dove li recupero?

La documentazione della tua ristrutturazione, andrà presentata in sede di Dichiarazione dei Redditi e sempre li potrai scaricare.
 
Cosa deciderai di fare con quei soldi è una tua scelta, ma sicuramente concorderai con me che è meglio risparmiarli.
 
Come promesso, ti fornisco la Checklist del Proprietario di Casa Informato che puoi ricevere via mail, compilando il form che trovi qui sotto.
 
Ringraziandoti per la lettura, spero di esserti stato utile.
 
A presto.
 
Andrea Rimmaudo di ORSA.

Non andare via!

Scarica la checklist per essere sicuro di risparmiare il 100%



Accetta la privacy per attivare il bottone!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *